Intrattenimento

Taylor Hawkins aveva assunto un cocktail di stupefacenti

BOGOTÀ, 26 MAR – La Procura generale della Colombia ha reso noto che il batterista dei Foo Fighters, Taylor Hawkins, deceduto la scorsa notte in un hotel di Bogotà all’età di 50 anni, aveva assunto “dieci diverse sostanze” stupefacenti nelle ore precedenti la sua morte. In un comunicato, redatto insieme all’Istituto di medicina legale colombiano, la Procura ha precisato che nel corpo del musicista sono state rinvenute numerose sostanze, fra cui marijuana, antidepressivi triciclici, benzodiazepine e oppiacei. Nel comunicato tuttavia non si afferma esplicitamente che il decesso sia stato provocato da queste sostanze. L’Istituto nazionale di medicina legale “continua gli studi medici per ottenere un chiarimento totale sulle cause della morte di Hawkins”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati