Intrattenimento

Taddeo Di Bartolo, gigante del polittico

ROMA, 05 MAR – Un lavoro paziente per comporre un puzzle che restituisce la grandezza di un’ opera preziosa, smembrata da quasi due secoli. La pala di San Francesco al Prato di Perugia riacquista così il suo fascino originario grazie ai pezzi provenienti da Germania e Paesi Bassi, dal museo di Capodimonte a Napoli, da Assisi e Gubbio. Ricostruito con i 13 elementi che ne costituiscono il nucleo principale custoditi dalla Galleria Nazionale dell’ Umbria, il capolavoro di Taddeo di Bartolo è il pezzo forte della prima grande monografia che Perugia dedica al maestro del polittico tra la fine del Trecento e i primi decenni del Quattrocento. Cento tavole selezionate dalla curatrice Gail Solberg, la sua studiosa più accreditata, dal 7 marzo al 20 giugno racconteranno la grandezza del pittore senese anche grazie ai prestiti da musei internazionali prestigiosi come il Louvre di Parigi e il Szépművészeti Múzeum di Budapest, e con la collaborazione di enti e istituti italiani. Presentata in streaming oggi alla stampa, l’esposizione – rassicurano gli organizzatori – aprirà al pubblico garantendo ai visitatori lo spazio di sicurezza indicato dal decreto appena emesso dal governo per la lotta al coronavirus. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati