Intrattenimento

Sara Lazzaro, in ‘Doc 2’ irrompe la realtà del Covid

ROMA, 08 AGO – E’ netto e ricco il percorso da attrice di Sara Lazzaro, papà italiano e mamma americana, cresciuta tra il Veneto e la California. Diretta in palcoscenico da registi come Marco Tullio Giordana, Cristina Comencini, Alexander Medem, Matthew Lenton, si è subito messa alla prova anche con molti ruoli al cinema e in tv, da Dieci inverni a Braccialetti rossi. Mancava la grande popolarità, arrivata con la serie di Rai1, Doc – Nelle tue mani, che ha debuttato durante la pandemia registrando ascolti record, in cui interpreta Agnese, ex moglie del dottor Andrea Fanti (Luca Argentero) e direttore sanitario dell’ospedale dove i protagonisti del racconto lavorano. Un successo che ha portato a una seconda stagione, ora sul set. “Non avevo mai avuto un ruolo così complesso e diverso – spiega l’attrice, protagonista nei giorni scorsi di un incontro con i ragazzi al Giffoni Film Festival -. E’ stato veramente un gesto di fiducia nei miei confronti e ho sentito una responsabilità non indifferente e una sfida molto grande, creativamente l’ho presa molto sul serio”. Formatasi come interprete in accademie e workshop in tutta Europa, dallo Shakespeare and Jacobean Theatre di Londra alla masterclass di Biennale Teatro con Thomas Ostermeier, Sara Lazzaro si sta confrontando con l’impatto mediatico di Doc: “Certo, è strano essere riconosciuta al supermercato, anche solo dalla voce, attraverso la mascherina”. Nella serie “abbiamo sempre detto che avremmo parlato dei nostri giorni”, e nella nuova stagione, che dovrebbe debuttare a inizio 2022, “ci siamo presi la responsabilità di parlare del momento attuale. Quindi il Covid sarà protagonista. E’ una questione quasi di principio. Porterà ognuno dei personaggi in un viaggio, e lo è stato anche per noi attori, avendo vissuto questa realtà. Le sceneggiature sono molto solide e ricche, piene di colpi di scena, ci sono nuovi personaggi e tuttora siamo in opera”. Al cinema la vedremo nel corale Siccità di Paolo virzì, con fra gli altri Monica Bellucci, Sara Serraiocco, Silvio Orlando, Valerio Mastandrea, e in Welcome Venice di Andrea Segre, film d’apertura delle Giornate degli Autori alla prossima Mostra del Cinema di Venezia. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati