Intrattenimento

Salone Libro: torna in presenza dal 14 al 18 ottobre

TORINO, 23 GIU – Il Salone internazionale del Libro di Torino è pronto a tornare in presenza con Vita Supernova. In ritardo di cinque mesi a causa del Covid – era in programma a maggio – la XXIII edizione si terrà al Lingotto dal 14 al 18 ottobre. Il programma sarà diffuso a settembre, ma sono già tanti i grandi nomi: la scrittrice francese Valérie Perrin, il cui libro Cambiare l’acqua ai fiori è stato il più venduto in Italia nel 2020, Andrè Acimar, dalla Spagna Javier Cercas e Alicia Gimenez-Bartlett, l’argentino Alan Pauls, Stefania Auci, Domenico Starnone. Arriverà al Salone David Quammen autore di Spillover. Tra i grandi ospiti, ci sarà la scrittrice, giornalista e commentatrice politica turca Ece Temelkuran. Sarà ospite del Salone 2021 anche Carlo Verdone e ci sarà un incontro in collegamento con Jeff Kinney. La XXIII edizione è stata presentata da Silvio Viale, presidente dell’Associazione Torino, la Città del Libro, Giulio Biino, presidente della Fondazione Circolo dei lettori, Nicola Lagioia, direttore editoriale del Salone, Valeria Parrella e Ilide Carmignani del comitato editoriale del Salone, Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, e Chiara Appendino, sindaca di Torino. “Non vogliamo che il 2021 finisca senza un evento così importante. Gli editori stanno confermando con convinzione la loro adesione. Non ci siamo arresi in questi due anni e vogliamo essere i primi a tornare in presenza. La sfida di ottobre rafforzerà la nostra progettualità. Per rispettare la normativa antiCovid avremo un ufficio apposito che adatterà le normative e darà risposte a tutti, anche al pubblico” ha detto Viale. “Il Salone del Libro si adatta ai tempi, alle circostanze, è sempre capace di rinascere e oggi è pronto a rimettersi in moto. È stato un periodo di riflessione utile anche se imposto. Il Salone aspira a diventare un modello di partenariato pubblico-privato. Da oggi Torino riprende a respirare ed è bello che siano i libri a ridarci il fiato. Chissà che gli scienziati non ci ducano che l’immunità di gregge si raggiunge con la lettura”, ha aggiunto Biino che ha ricordato il ruolo delle istituzioni, Ministero della Cultura, Regione Piemonte e Comune di Torino. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati