Intrattenimento

Notre Dame di Cocciante festeggia 20 anni e riparte da Milano

MILANO, 13 GEN – “L’artista deve saper soffrire per la sua differenza, e saper lottare quando vuole affrontare qualcosa di diverso e inedito”. Per Riccardo Cocciante il successo ventennale di Notre Dame De Paris, l’opera popolare moderna più famosa al mondo e spettacolo tra i più imponenti mai realizzati, è un’altra conferma che problemi come “l’esclusione e la diversità sono eterni”. L’anniversario, presentato a Milano in una conferenza stampa che in realtà si è poi trasformata in uno show del cantante al piano, con alcuni protagonisti del kolossal, prevede la ripartenza del tour, con debutto al Teatro degli Arcimboldi, a Milano, il prossimo 3 marzo e date in tutt’Italia fino a fine anno. Per l’occasione lo spettacolo avrà come protagonista l’intero cast originale del debutto, nel 2002, con il grande ritorno di Lola Ponce nei panni di Esmeralda. Insieme a lei, sul palco ci saranno Giò Di Tonno – Quasimodo, Vittorio Matteucci come l’arcidiacono Frollo. L’opera che nessuno voleva produrre (il GranTeatro di Roma venne costruito appositamente per volontà del produttore David Zard), come ha ricordato Cocciante, è diventata poi quella dei record. In due decadi di storia italiana dello show, sono state visitate 47 città per un totale di 159 appuntamenti e 1.346 repliche complessive. L’opera è stata tradotta e adattata in 9 lingue diverse e ha attraversato 20 Paesi con più di 5.400 spettacoli, richiamando 13 milioni di spettatori internazionali. “Era il 2002 e ora siamo nel 2022 , speriamo che queste cifre portino fortuna anche per superare quello che abbiamo vissuto con la pandemia – ha detto Cocciante -. Tutti noi artisti dobbiamo cercare di ripartire, la cultura fa andare avanti, anche se tutto sembra più difficile, ma proprio per questo dobbiamo cercare di vivere anche meglio, di approfittarne per ricreare qualcosa di diverso”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati