Intrattenimento

Maria Chiara Giannetta, a Sanremo con energia positiva di Blanca

ROMA, 25 GEN – “Con il passare dei giorni sento che l’emozione aumenta. Ma è un’ansia positiva: saper prendere il bello delle cose, credo che sia una lezione che ho imparato da Blanca”. Maria Chiara Giannetta è entusiasta all’idea di salire sul palco dell’Ariston come co-conduttrice della quarta serata di Sanremo, venerdì 4 febbraio, e sottolinea il suo debito di riconoscenza nei confronti del personaggio della profiler non vedente, vivace, intuitiva, tenace, ironica, protagonista della serie andata in onda nelle scorse settimane su Rai1, che ha consolidato l’affetto del pubblico nei suoi confronti, dopo il successo nei panni della ‘capitana’ Anna Olivieri in Don Matteo. “Ho capito dopo cosa mi ha regalato Blanca: ha accresciuto la mia sensibilità e me ne sto giovando adesso”, sottolinea all’ANSA l’attrice foggiana, 29 anni, che si è preparata a lungo per un ruolo delicato: “E’ stato difficile, ma molto intenso”. Ora è pronta a entrare in un “mondo nuovo: Amadeus mi ha voluta accanto a sé per dare un contributo a un grande spettacolo che vuole intrattenere, divertire le persone in un momento difficile. Sanremo è una macchina incredibile, da cui si impara tantissimo: devi stare sul pezzo, entrare nel racconto, improvvisare e questo mi stimola tantissimo. I miei interventi? Mi piacerebbe parlare dei temi della disabilità, che mi stanno a cuore, ma con gli autori dobbiamo decidere anche in base alle scelte nelle altre serate”. Per le prove all’Ariston Maria Chiara Giannetta lascerà per qualche giorno la divisa e il set della tredicesima stagione di Don Matteo, un’altra produzione della Lux Vide: “Mancano ancora alcune settimane di riprese, andremo in onda appena finisce Doc. Anna Olivieri è il personaggio che ha segnato l’inizio di tutto questo, le sono molto affezionata: sta facendo un bellissimo percorso, dovrà mettere in pratica tutto quello che ha imparato dalle sue esperienze”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati