Intrattenimento

Liberi tutti, la prima serie originale di RaiPlay dagli autori di Boris

Con Tirabassi, Caprioli e Trabacchi

Una commedia “metropolitana, raccontata con uno stile spettinato e moderno”. Liberi tutti è la prima serie originale di RaiPlay scritta e diretta da Giacomo Ciarrapico e Luca Vendruscolo (noti per aver scritto Boris con Mattia Torre, scomparso quest’anno) con protagonisti Giorgio Tirabassi, Anita Caprioli, Thomas Trabacchi, Valeria Bilello, Caterina Guzzanti. Sarà disponibile integralmente, in esclusiva, su RaiPlay a partire da sabato 14 dicembre. Una coproduzione Rai Fiction – Italian International Film, prodotta da Fulvio e Paola Lucisano. Composta da dodici episodi della durata di mezz’ora, ruota attorno a Michele Venturi (Tirabassi), arido avvocato che pensa solo a se stesso e che si ritrova costretto agli arresti domiciliari in un cohousing gestito dall’ex moglie che ha una stabile relazione con Riccardo (Trabacchi).

Il cohousing è un modello di coabitazione solidale ed ecosostenibile, dove le famiglie vivono condividendo spazi, servizi, consumi e diverse filosofie di vita. Liberi tutti è lo slogan che accomuna i protagonisti: se lo dicono i cohouser alla fine delle interminabili assemblee, Michele (Giorgio Tirabassi) potrebbe farne il sottotitolo della sua esistenza e gli intercettatori se lo ripetono a fine turno per comunicarsi il sollievo di staccare. Ma liberi da cosa? Definire la convivenza vuol dire definire il tipo di libertà che si cerca. Con la rivoluzione di novembre RaiPlay aveva garantito anche diversi prodotti in esclusiva sulla piattaforma. Dopo VivaRaiPlay, che si sta rivelando uno strumento importante per l’avvicinamento del grande pubblico alla piattaforma, arriva Liberi tutti. Per Elena Capparelli, direttrice di RaiPlay, “questo è un passaggio verso il futuro”. (ANSA)

Tags

Articoli correlati