Intrattenimento

La vita di Copperfield, un Dickens da favola

ROMA, 07 OTT – Una girandola di situazioni, parole, ricchezza e povertà nella Londra del XIX secolo con protagonista un uomo che vive continuamente alti e bassi, forte di una purezza che alla fine vince su tutto. Questa la rilettura fantastica de La vita straordinaria di David Copperfield di Armando Iannucci, al cinema dal 16 ottobre distribuito da Lucky Red in associazione con 3 Marys. Il regista di Morto Stalin se ne fa un altro e candidato all’Oscar per In the loop mette le mani su uno dei romanzi più famosi e autobiografici di Charles Dickens, del quale ricorrono i 150 anni dalla morte, e ne esalta più gli aspetti divertenti di quelli drammatici. Ironia, favola, personaggi ‘fumetto’ e leggeri come aquiloni in questo film, che vanta uno straordinario cast corale di attori teatrali e cinematografici provenienti da tutto il mondo: nei panni di David Copperfield c’è l’attore candidato all’Oscar Dev Patel, protagonista di The Millionaire e Lion – La strada verso casa e, nel ruolo della svalvolata zia, Tilda Swinton. E ancora Hugh Laurie, disincantato protagonista della serie tv Dr. House e Ben Whishaw (Profumo – Storia di un assassino e volto noto della saga 007 in Spectre e Skyfall). Protagonista anche un’Inghilterra ottocentesca, tra povertà e rivoluzione sociale, in cui, come nel caso di David Copperfield, era facile ritrovarsi da una parte all’altra di quel sottile confine che divide ricchi e poveri. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati