Intrattenimento

Il Booker Prize al sudafricano Galgut per ‘The Promise’

LONDRA, 03 NOV – Va al sudafricano Damon Galgut, romanziere e autore teatrale 59enne, il Booker 2021, premio letterario britannico fra i più prestigiosi per gli scrittori di lingua inglese. Galgut – già candidato al Booker nel 2003 e nel 2010, quando fu inserito nella shortlist ma senza riuscire ad arrivare alla vittoria – è stato premiato per il romanzo ‘The Promise’. Figlio della buona borghesia bianca di Pretoria, nato in una famiglia di origini europee, ha alle spalle una lunga carriera iniziata giovanissimo e racconta d’aver maturato l’idea di scrivere fin da bambino, durante la convalescenza per la cura di un cancro diagnosticatogli a soli 6 anni. “E’ stato un lungo cammino arrivare qui”, ha commentato dopo l’annuncio, “e ora che ci sono avverto che non dovrei esserci”. “Questo premio sarebbe potuto andare facilmente a uno degli altri formidabili autori di talento candidati o a qualcuno che non era nella shortlist”, si è schermito Galgut, non senza sottolineare comunque come questo – dal Nobel per la letteratura al tanzaniano Abdulrazak Gurnah, al Goncourt francese assegnato oggi stesso al senegalese Mohamed Mbougar Sarr – “sia stato un grande anno per la narrativa africana… per lo straordinario continente di cui faccio parte”. Un continente che ha invitato ad “ascoltare di più, perché ha molto altro da dare”. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati