Intrattenimento

Globi d’Oro, vincono Rossi Stuart e Finocchiaro

ROMA, 30 SET – Kim Rossi Stuart, Donatella Finocchiaro e Simona Malato migliori attori, Emma Dante e Daniele Luchetti registi del momento, mentre trionfa il docu-verità Veleno. E’ il verdetto della premiazione dei Globi d’Oro assegnati da una giuria di più di cinquanta corrispondenti dell’Associazione della Stampa Estera in Italia. Miglior regia dunque assegnata a Daniele Luchetti per il film “Lacci”, ispirato al romanzo Domenico Starnone e Miglior film a “Le sorelle Macaluso”, diretto da Emma Dante, che trionfa anche nella categoria Migliore attrice con la vincita ex aequo delle protagoniste Donatella Finocchiaro e Simona Malato. Ed è Kim Rossi Stuart a guadagnare il titolo di Migliore attore, per la sua toccante interpretazione in “Cosa sarà”. Accanto ai grandi, Nora Stassi, protagonista de “L’Agnello”, e vincitrice del premio Giovane promessa di questa edizione; mentre “Paradise, una nuova vita”, di Davide Del Degan, riceve il riconoscimento come Miglior opera prima. Migliore serie tv “Speravo de morì prima” su Francesco Totti, interpretata da Pietro Castellitto e disponibile su Sky; Migliore commedia va a “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose” con Elio Germano e Matilda De Angelis, su Netflix. Daniele Ciprì con “Cattivo Poeta” vince la Miglior Fotografia; la statuetta per la Miglior Sceneggiatura va a Michael Zampino, Heidrun Schleef e Giampaolo Rugo per “Governance”; mentre la Migliore Colonna Sonora è firmata da Mattia Carratello e Stefano Ratchev, per “Padrenostro”. Il Premio Italia nel Mondo va all’acclamato “Miss Marx”; Giuliano Montaldo, Premio alla Carriera mentre Renato Pozzetto con “Lei Mi Parla Ancora” viene insignito del prestigioso Gran Premio della Stampa Estera. Tra i Documentari vince “Veleno” di Hugo Berkeley e tra i Cortometraggi “La Stanza più fredda”, di Francesco Rossi. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati