Intrattenimento

Dilagano le news, occupano oltre il 32% dei palinsesti

ROMA, 19 APR – La fame di informazione legata all’emergenza sanitaria si è consolidata in questo anno di pandemia, e anche nell’ultima stagione si conferma il trend in crescita per offerta e consumo di news, con un interesse sempre più marcato da parte del pubblico giovanile. E’ il quadro che emerge dal nuovo numero dell’Osservatorio dello Studio Frasi. Analizzando i dati della classificazione Nielsen relativa ai programmi informativi risulta che tra il 1 ottobre 2020 e il 12 aprile 2021 le reti generaliste Rai, Mediaset e La7 hanno trasmesso 10.300 ore dedicate a notizie, commenti, inchieste, interviste, servizi, talk show politici, rubriche tematiche di approfondimento, circa 300 ore in più rispetto agli stessi giorni della stagione 2019-2020. L’informazione occupa nel complesso il 32% dei palinsesti delle sette reti: oltre la metà (50,5%) è programmata dal servizio pubblico, Mediaset si ferma al 21,8%, mentre La7 da sola occupa il 27% del totale. Nel periodo considerato l’ascolto medio è di 934mila spettatori: il primato degli ascolti va ai telegiornali, con una media di 1,3 milioni considerando tutte le edizioni delle sette generaliste. Il più seguito è il Tg1 della sera (6,1 milioni in media pari al 24,5%), seguito dal Tg5 (4,9 milioni e 19,6%). A confermare la solidità degli ascolti dei tg è l’incremento dell’attenzione da parte dei nuovi pubblici, in particolare dei giovani. Le edizioni serali registrano in generale una crescita del 6%, percentuale che si alza se si considerano le fasce più giovani di pubblico: +10% per ragazze e ragazzi tra i 15 e i 19 anni e +17% per il target 20-24 anni. Il TgLa7 è quello che in percentuale vede ringiovanire di più il proprio pubblico grazie alla crescita nella fascia 15-19 anni (+23,4%), mentre in valori assoluti l’incremento maggiore in questo segmento riguarda il Tg5 (+24mila individui). E’ il pubblico del Tg3 che ringiovanisce di più grazie alla crescita delle persone tra i 20 e i 24 anni (+30,7%), mentre in valori assoluti è il Tg1 che registra la crescita maggiore dei 20-24 (+29mila individui). (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati