Intrattenimento

Da Mauri a Boni e Dante, il teatro ‘ricomincia’ da Rai3

ROMA, 09 DIC – Alessio Boni con “Il Visitatore” di Schmitt diretto da Valerio Binasco e Luca e Paolo con un estratto dal Canto di Natale di Dickens. Tullio Solenghi e Massimo Lopez nello sketch cult dei due papi e Valentina Lodovini con “Tutta casa letto e chiesa” di Dario Fo e Franca Rame. E ancora, Marco Paolini con il suo ultimo “Teatro fra parentesi. Le mie storie per questo tempo”; l’inedito duo teatrale di Vinicio Marchionni e Francesco Montanari; Emma Dante con il nuovo progetto sulle fiabe; e un mattatore come Glauco Mauri con Roberto Sturno tra le rime di Shakespeare. E poi, in una lista che sembra non terminare mai, Paolo Jannacci, Roberto Bolle, Virgilio Sieni, Serena Autieri, Valerio Mastandrea, Luca Zingaretti, il cast al completo del musical Full Monty. I teatri sono chiusi, ma il Teatro è più vivo che mai e torna in scena per raccontarsi con “Ricomincio da Raitre”, progetto Rai che dal 12 dicembre in prima serata sulla terza rete apre una finestra sul mondo dello spettacolo dal vivo, con il gotha della scena italiana. In tutto quattro serate evento dal palcoscenico del Sistina di Roma (ma ricche anche di collegamenti), condotte da Stefano Massini e Andrea Delogu, con la direzione artistica di Massimo Romeo Piparo, anche autore insieme a Felice Cappa e Massini. “Abbiamo pensato – racconta il direttore di Rai3, Franco Di Mare – che in un naufragio collettivo di intere stagioni noi potevamo intervenire come le Open Arms, ancora di più dopo l’appello del ministro Franceschini. Ne è nato una sorta di ‘tutti a bordo’ e le adesioni sono così tante ed entusiaste che che si potrebbe andare avanti ancora più a lungo”. Al centro, i progetti sospesi a causa del lockdown e “tutto quello che verrà” una volta che i sipari potranno tornare a rialzarsi. “Un cartellone unico ed eccezionale”, aggiungono Piparo e Massini, che mette insieme “decine e decine di attori, danzatori, perfomer, cabarettisti, artisti, tra grandi nomi e anche talenti meno noti”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati