Intrattenimento

Costner, io patriarca nell’epopea Yellowstone

ROMA, 12 MAR – Il personaggio che interpreta è quello di “John Dutton: patriarca di una famiglia in Montana arrivata alla sua quarta generazione – e non senza ferite – è l’amministratore di una delle più ampie distese di terra degli Stati Uniti”. Il premio Oscar Kevin Costner è il protagonista di Yellowstone, una vera e propria epopea neo western fra cowboy e le montagne innevate del Montana, che arriva anche in Italia con la prima stagione, su Sky Atlantic e Now TV dal 13 marzo alle 21.15. Sanguinose lotte per il territorio, intrighi politici e il problematico rapporto coi nativi americani si intrecciano alle avvincenti storie di confine dei Dutton e del loro ambitissimo ranch, il più esteso degli Stati Uniti. Sullo sfondo, i paesaggi mozzafiato del West. Scritta e diretta da Taylor Sheridan, candidato all’Oscar per la sceneggiatura di Hell or High Water la serie è un avvincente dramma familiare che mette in scena in nove episodi un’America inedita, raccontando del viscerale legame dei Dutton con lo sterminato appezzamento di terra – Yellowstone, appunto – che abitano da generazioni. Costner interpreta un capofamiglia e proprietario del ranch, pronto a tutto pur di difendere i confini della sua terra. Dutton, che si contraddistingue da subito per un temperamento aggressivo e inflessibile, entra in conflitto con l’imprenditore edile Dan Jenkins (Danny Huston), interessato a realizzare un redditizio progetto edilizio vicino al ranch, e con Thomas Rainwater (Gil Birmingham), presidente della riserva di Broken Rock, che vuole sfruttare lo scontro tra i due per espandere il territorio della riserva indiana. John coinvolge in quella che si rivelerà una vera e propria guerra i suoi quattro figli. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati