Cinema

Grande attesa per il nuovo fantasy-horror “Border-Creature di confine”

Il film, che uscirà nelle sale cinematografiche il 28 marzo, è firmato dal regista Ali Abbasi

Un fantasy-horror d’autore che già mostra di suscitare grande attesa. È “Border-Creature di confine”, film firmato dal regista scandinavo di origini iraniane Ali Abbasi. Il lungometraggio- si tratta del secondo, nella carriera del regista- uscirà nelle sale cinematografiche il prossimo 28 marzo, distribuito da Wanted, PFA e Valmyn. Protagoniste, creature dei boschi e delle foreste molto simili agli animali. Figure mitologiche, capaci di destare paura e, insieme, grande curiosità. Fari puntati su Tina (Eva Melander), impiegata in divisa alla dogana. Fisicamente non certo attraente, Tina lavora tranquilla e si distingue per un talento particolare: possiede un olfatto eccezionale, capace di fiutare, oltre agli odori anche senso di colpa, paura e vergogna. Ad alleviare la quotidianità di Tina ci pensa un allevatore di cani da combattimento decisamente “sui generis”, che condivide con l’impiegata la casa di campagna di lei. Tutto procede in un’apparente normalità, finché avviene l’incontro con Vore (Eero Milonoff), una sorta di doppio al maschile di Tina. Tina si accorge subito che con Vore c’è una straordinaria affinità oltre a provare per lui un’attrazione fisica incontenibile. Qui si scatena il dubbio: continuare a vivere nella menzogna, in una falsa quotidianità, o seguire il proprio istinto? Border, candidato all’Oscar per il trucco e vincitore agli EFA per gli effetti visivi, è tratto dal racconto ‘Gräns’ dello scrittore John Ajvide Lindqvist, definito lo “Stephen King scandinavo”.

Tags

Articoli correlati