Intrattenimento

Carlo Conti, Tale e quale ha vinto nell’anno più difficile

ROMA, 21 NOV – “E’ stato un percorso a ostacoli, ma grazie al lavoro meraviglioso di un gruppo fantastico, autori, regia, assistenti di studio, truccatori, parrucchieri e naturalmente i giurati e il cast, siamo riusciti a portare a casa il risultato, mantenendo sempre alta la qualità”. Carlo Conti non vuol sentire parlare di “piccolo miracolo”, ma di “grande prova di professionalità” nel tracciare il bilancio della decima edizione di Tale e quale show, che ha chiuso il 20 novembre su Rai1 una stagione vincente, portando a casa una media di oltre 4 milioni di spettatori e del 19% di share e battendo anche in sovrapposizione la concorrenza nell’anno più difficile, quello della pandemia da Covid che ha costretto al ricovero in ospedale lo stesso conduttore. “Grazie a Dio mi sono ripreso bene”, sorride Conti, tornato ieri in studio e apparso in forma per l’ultimo appuntamento con lo show, che ha incoronato Lidia Schillaci nei panni di Mina, raccogliendo 4 milioni 491 mila spettatori pari al 19.54% di share. “Le puntate condotte da casa le ho considerate una sorta di smart working”, scherza il conduttore, che non ha fatto mancare la sua presenza neanche quando si è collegato telefonicamente dall’ospedale Careggi di Firenze: “E’ stato solo un saluto, per far sentire che tutto stava procedendo nel miglior modo possibile. Quella settimana non è stata facile, certo, ma nemmeno difficilissima: ho visto tante persone, anche amici e colleghi, che sono stati peggio di me. Chi è sano reagisce meglio, certo. Ma è un virus subdolo: dall’oggi al domani entra dentro e ti prende, neanche te ne accorgi. E poi resiste: per dirla alla toscana, non è una bischerata”. Pronto a testimoniare la sua esperienza, “è importantissimo”, Conti nei giorni più difficili è stato “travolto dall’affetto di amici, colleghi di lavoro e anche del pubblico, che ringrazio. E ringrazio tutta la mia squadra: ormai ci capiamo al volo, c’è uno straordinario feeling, anche da remoto siamo riusciti a programmare le puntate. E poi i miei complici Loretta Goggi, Giorgio Panariello, Vincenzo Salemme, Gabriele Cirilli, tutti si sono prodigati per portare a casa il risultato”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati