Intrattenimento

Cannes: Serebrennikov non potrà lasciare la Russia

CANNES, 06 LUG – Considerato uno degli artisti russi più audaci della sua generazione, il regista e regista Kirill Serebrennikov non potrà accompagnare il suo film al festival di Cannes. Il suo film, “La febbre di Petrov”, è in concorso per la Palma d’oro e passerà il 12 luglio. Ma il regista, 51 anni, non ci sarà, privato del diritto di lasciare la Russia a causa di una condanna penale. Questo lungometraggio “è arrivato in un momento piuttosto difficile della mia vita, come uno sfogo, una gioia essenziale, persino un’ancora di salvezza”, ha detto. Un riferimento alle sue recenti battute d’arresto che lo hanno quasi mandato in prigione. Un anno fa l’artista di «Summer» è stato condannato a tre anni di carcere, anche se con la condizionale, il divieto di dirigere un’istituzione culturale, una multa di oltre diecimila euro al termine di un processo per frode al ministero della cultura. Voce critica verso Putin e l’autoritarismo del governo russo, schierato per i diritti delle comunità Lgbtq, Serebrennikov ha avuto manifestazioni di solidarietà in patria e il sostegno della comunità internazionale di cineasti ma la sentenza sta facendo il suo corso. Nel febbraio 2021, il municipio di Mosca ha estromesso Serebrennikov dal teatro, il Gogol Center, che dirigeva dal 2012. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati