Intrattenimento

Belgravia, segreti e scalate sociali a Londra nell’800

ROMA, 02 OTT – “A Londra non sarebbe accaduto, ma a Bruxelles tutto è influenzato dalla guerra”. Tra arrampicatori sociali, pregiudizi e ambizioni, nei corridoi e nei salotti dei più bei palazzi di Londra nell’800, va in scena il confronto tra classi: arrembante l’una, profondamente ancorata alle sue tradizioni e ben poco disposta a lasciare spazio al nuovo l’altra. Prende il nome dal quartiere di Londra ‘Belgravia’ la serie in sei episodi ambientata nel XIX secolo e basata sull’omonimo romanzo del 2016 di Julian Fellowes, l’autore di ‘Downton Abbey’ (ben 15 Emmy Awards ndr.), in arrivo su Sky Serie dal 6 ottobre dalle 21.15 e in streaming su Now. Una storia che inizia con il ballo della duchessa di Richmond alla vigilia della battaglia di Waterloo. Decenni dopo, gli eventi e i segreti di quella fatidica serata continuano a risuonare nell’elegante quartiere londinese. Fellowes, nome che è una vera e propria garanzia quando si parla di drama in costume sull’aristocrazia britannica tra Ottocento e prima metà del Novecento, racconta Londra della prima metà del XIX secolo, un periodo fondamentale della storia Europea: le vicende private delle varie famiglie protagoniste della storia, che vivono nell’esclusivo quartiere di Belgravia, si intrecciano con i maggiori eventi dell’epoca, quell’Età della Reggenza che nel Regno Unito seguì alle rivoluzioni, ai moti romantici e alle guerre napoleoniche. Prodotta oltre che da Fellowes anche da Gareth Neame, Nigel Marchant e Liz Trubridge e diretta da John Alexander (Ragione e Sentimento), la serie vede nel cast Tamsin Greig (Tamara Drew), Philip Glenister (Bel Ami – Storia di un seduttore), Harriet Walter (The Crown), Alice Eve (Lei è troppo per me), Tara Fitzgerald (Il Trono di Spade), Ella Purnell, Richard Goulding (The Windsor), James Fleet (Quattro matrimoni e un funerale), Adam James (Band of Brothers), Tom Wilkinson (Full Monty, Michael Clayton), Diana Hardcastle, Paul Ritter (Chernobyl), Saskia Reeves (Luther) e Jack Bardoe al suo debutto televisivo. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati