Intrattenimento

Attori protagonisti, si punta sull’Oscar postumo a Boseman

(di Francesca Pierleoni) ROMA, 18 APR – La vittoria postuma di quasi 30 premi della stagione, fra i quali il Golden Globe, lo Screen Actors Guild e il Critics Choice Award, indicano come favorito per l’Oscar al miglior attore protagonista Chadwick Boseman, per quella che è la sua ultima performance in Ma Rainey’s Black Bottom di George C. Wolfe. In gara con lui Anthony Hopkins (The Father) e Gary Oldman (Mank), già vincitori di un Academy Award, insieme a debuttanti agli Oscar, come Steven Yeun (Minari) e Riz Ahmed (The sound of metal). “Uno dei ruoli più importanti, se non il più importante di sempre per un attore afroamericano”: xosì Viola Davis ha definito il personaggio interpretato da Boseman in Ma Rainey’s Black Bottom, adattamento del dramma teatrale di August Wilson. L’interprete di Black Panther, scomparso ad agosto a 43 anni a causa di un tumore, nel film è Levee, talentuoso e ribelle suonatore di tromba nel gruppo di Ma Rainey, considerata la madre del blues. L’83enne Anthony Hopkins, vincitore della statuetta nel 1992 per Il silenzio degli innocenti, torna in gara per la sesta volta con The Father – Nulla è come sembra di Florian Zeller con Olivia Colman. Hopkins (che per la sua performance ha conquistato il Bafta) nel film è Anthony, ottantenne che combatte con gli effetti della demenza senile. A tre anni anni dall’Oscar per L’ora più buia, Gary Oldman torna in corsa nei panni dello sceneggiatore Herman Mankiewicz in Mank di David Fincher. Una performance costruita sulla capacità introspettiva dell’attore, evidenziata anche dalla richiesta del regista di non adottare trucchi o parrucche che lo rendessero più simile a Mankiewicz. Steven Yeun, nato a Seoul e cresciuto negli Usa, conosciuto dal grande pubblico per il ruolo di Glen in The Walking Dead, è nel pieno di una carriera in crescendo. In Minari, di Lee Isaac Chung, dà volto a Jacob, immigrato che spera di realizzare con la sua famiglia una propria versione del sogno americano. Riz Ahmed, classe 1982, arriva in cinquina con The sound of metal di Darius Marder. Nel film interpreta Ruben, chitarrista metal, colpito all’improvviso da una grave, crescente e irreversibile perdita dell’udito. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati