Esteri

Zelensky, 5000 bimbi deportati in Russia da Mariupol

ROMA, 18 APR – Circa 5.000 bambini sono stati “deportati” dalla regione di Mariupol in Russia dall’inizio dell’invasione russa: lo ha detto il presidente ucraino Vlodoyr Zelensky nel corso dell’intervista alla Cnn trasmessa ieri. “Circa 5.000 bambini sono stati deportati da questa regione nella parte della Russia perché non gli hanno permesso di andare nella parte dell’Ucraina”, ha detto Zelensky nell’intervista. “Quei bambini. Dove sono? Non lo sa nessuno”. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati