Esteri

Zaki, sono esausto fisicamente e depresso

BOLOGNA, 21 DIC – “Sono esausto fisicamente e mentalmente, non posso continuare a stare qui ancora a lungo e mi deprimo ogni volta che c’è un momento importante nell’anno accademico, mentre io sono qui invece di essere con i miei amici a Bologna”. Parole che Patrick Zaky ha detto alla madre nel corso di una visita avvenuta sabato nel carcere di Tora, dove lo studente egiziano dell’università di Bologna è detenuto da mesi. Una visita “che ci ha spezzato il cuore”, ha raccontato la famiglia in una dichiarazione diffusa su Facebook dalla rete di attivisti che ne chiede la liberazione. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati