Esteri

«Wow America!», Trump esulta guardando i nuovi dati sulla disoccupazione

E' al livello più basso dal 1969

I nuovi dati sulla disoccupazione hanno fatto esultare Trump. L’economia americana a settembre ha creato 136.000 nuovi posti di lavoro, un po’ al di sotto delle attese che erano di circa 145.000. Ma il tasso di disoccupazione scende al 3,5%, il livello più basso dal 1969. Esulta il presidente Donald Trump: «Il tasso di disoccupazione al 3,5% – twitta – ai minimi da 50 anni. Wow America, lascia che il tuo presidente venga messo in stato di accusa (anche se non ha fatto nulla di sbagliato!)».

Il tasso di disoccupazione, dunque, non era così basso dal dicembre di 50 anni fa. Rivisti al rialzo anche i dati sull’occupazione dei due mesi precedenti: a luglio i nuovi posti sono passati da 159.000 a 166.000, ad agosto da 130.000 a 168.000. Nonostante i numero indichino un mercato del lavoro americano che continua a crescere in maniera costante, rispetto allo scorso anno si registra comunque un rallentamento, con una media annua passata da 223.000 posti nello stesso periodo del 2018 agli attuali 161.000 posti.

Tags

Articoli correlati