Esteri

Volontaria sequestrata in Kenya, altri 6 arresti. Polizia keniota: “ottimisti su ritrovamento”

La Farnesina: "stiamo seguendo da vicino" la vicenda. Polizia keniota: "ottimisti". La famiglia chiede il silenzio stampa

Dopo l’arresto di 14 persone, ieri è stato identificato il presunto rapitore di Silvia Romano la Polizia keniota si dichiara “ottimista” sul ritrovamento della volontaria italiana rapita martedì in Kenya.

  • Aggiornamento delle 14.30

La polizia keniota ha annunciato altri 6 arresti, di cui tre di rilievo. “Abbiamo un significativo livello di ottimismo sul fatto che dovremmo essere in grado di trovare la ragazza nel più breve tempo possibile“. Lo ha detto il capo della polizia keniota, Joseph Boinett, in merito al sequestro della 23enne italiana, Silvia Romano, rapita martedì nel corso di un violento agguato.

“Abbiamo arrestato inoltre tre persone che ci hanno dato informazioni molto preziose che sono andate a sostenere l’operazione in corso per rintracciare e salvare la signora che é stata rapita”, ha detto ‘l’Ispettore generale’ Boinnet come riporta il sito della radio keniota. “Abbiamo una significativa quantità ottimismo di poter essere in grado di trovare la signora nel più breve tempo possibile”, ha detto ancora l’alto ufficiale.

  • Aggiornamento delle 11.00

Il ministro degli esteri Enzo Moavero ha dichiarato che stanno “seguendo, insieme all’unità di crisi della Farnesina, il terribile sequestro della volontaria milanese Silvia Costanza Romano”, rapita martedì in Kenya. Moavero ha spiegato anche che “le autorità kenyane si stanno impegnando molto e noi stiamo seguendo molto, molto da vicino” la vicenda, con “l’inevitabile riserbo”.

La famiglia di Silvia chiede il silenzio stampa. “Silenzio e pace, speranza e forza”: è quanto chiede la famiglia di Silvia Costanza Romano, la 23enne volontaria milanese rapita in Kenya. La sorella maggiore, Giulia, chiede che la sua famiglia non venga più contattata dai media. “Non condivideremo nessuna informazione finché Silvia non sarà a casa”.

Tags

Articoli correlati