EsteriPrimo PianoVideo

VIDEO – I terribili istanti dopo il crollo in discoteca a Gwangju

Due i morti. Tra i 16 feriti ci sono anche nuotatori del mondiale

Una tragedia guasta la festa dei Mondiali di nuoto a Gwangju, in Corea del Sud. Durante una serata in discoteca, a cui partecipavano vari atleti e non solo, una balconata è crollata sulla folla uccidendo due persone e ferendone 16, tra cui anche alcuni atleti.

Nel locale c’era anche la pallanuotista azzurra Giulia Viacava, rimasta indenne come pure altri atleti azzurri presenti. Nella sua testimonianza raccolta dall’ufficio stampa della Federnuoto, tutta l’angoscia della serata volta in dramma, una notte che – ha detto – «non si può dimenticare».

Nel video i momenti di tensione dopo il crollo in discoteca a Gwangju:

All’interno del locale, situato vicino al villaggio degli atleti, c’erano centinaia di persone. I morti sono due sudcoreani che non avevano nulla a che fare con i campionati. Tra i 16 feriti, invece, a quanto riferito dalla polizia, c’erano almeno 10 stranieri, otto dei quali atleti che partecipavano ai mondiali. La Fin si è affrettata a precisare che nessun atleta azzurro è rimasto ferito. Viacava, che è anche infermiera, ha aiutato alcuni feriti.

Tags

Articoli correlati