Esteri

Vaccini: in Bhutan immunizzato 93% adulti in soli 16 giorni

ROMA, 12 APR – Il tranquillo regno himalayano del Bhutan, incastonato fra l’India e la Cina e vicina al Nepal, ha fatto meglio di (quasi) tutti con le vaccinazioni, battendo anche anche Israele, Stati Uniti e Bahrein, immunizzando il 93% dell’a sua popolazione adulta, il 62% del totale di 800.000, in soli 16 giorni. La campagna vaccinale è iniziata il 27 marzo – rilevano vari media internazionali, fra cui Daily Sabah – ed è stata subito favorita non solo dall’esiguità della popolazione e dal suo relativo isolamento dai Paesi vicini, ma anche da una capillare rete di volontari, chiamati ‘desuups’ e da una catena del freddo ben organizzata. Grazie a questi due fattori il Bhuatn si è anche permesso di aspettare il 27 marzo per assecondare gli auspici dell’astrologia buddhista, benché il primo lotto di 150.000 dosi di AstraZeneca prodotte nella vicina India fossero tate consegnate già a fine gennaio. La prima dose è stata somministrata infatti a una donna nata nell’Anno della Scimmia con l’accompagnamento di cori di monaci. Il Bhutan è stato battuto, in termini assoluti, solo dalle Seychelles, che ha già vaccinato il 66% della sua popolazione di soli 100.000 abitanti. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati