Esteri

Usa: runner afroamericano ucciso, in giuria quasi tutti bianchi

ROMA, 05 NOV – Una giuria composta da un solo afroamericano si è insediata in Georgia, dove oggi inizia il processo per la morte di Ahmaud Arbery, il 25enne ucciso l’anno scorso mentre faceva jogging. Lo riporta la Bbc. Un’anomalia che è stata messa in evidenza dal giudice che ha parlato di “discriminazione intenzionale” nella composizione della giuria e però non ha sospeso il processo. Arbery fu inseguito e ucciso a brucia pelo a colpi d’arma da fuoco a Brunswick, una cittadina della Goergia. Per la sua morte sono stati incriminati l’ex poliziotto Gregory McMichael, 64 anni, il figlio Travis, 34, e un loro vicino William Bryan. Padre e figlio si sono dichiarati innocenti sostenendo di aver scambiato Arbery per un ladro. Nel video shock girato dal loro vicino con uno smartphone si vedono Gregory e Trevis che si lanciano all’inseguimento del jogger armati di pistola e fucile. E, secondo quanto testimoniato da Bryan, lo hanno anche insultato con offese razziste prima di freddarlo. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati