Esteri

Usa: il fiume Colorado a secco, Nevada e Arizona razionano acqua

WASHINGTON, 16 AGO – L’amministrazione Biden ha annunciato che la carenza d’acqua nel fiume Colorado ha superato per la prima volta una soglia che richiederà tagli idrici senza precedenti in Arizona, Nevada e altri stati americani del sudovest, nonché il Messico. Lo riporta il Washington Post. Tutta l’area è alle prese con una siccità mai vista prima, che sta portando i più grandi bacini idrici d’America ai minimi storici. Oltre vent’anni di precipitazioni ben al di sotto della media hanno lasciato il Colorado – la linfa vitale degli Stati Uniti occidentali – a livelli critici. Nonostante anni di avvertimenti, gli stati che dipendono dal fiume non sono riusciti a ridurre abbastanza il loro consumo d’acqua e oggi il governo federale ha annunciato l’imposizione di tagli drastici. “Per evitare un crollo catastrofico del sistema fluviale del Colorado e un futuro di incertezza, è necessario ridurre l’uso dell’acqua nel bacino”, ha affermato Tanya Trujillo, vicesegretario per l’acqua e la scienza presso il dipartimento degli Interni. L’amministrazione ha stabilito che, ad esempio, l’Arizona dovrà ridurre del 21% l’uso dell’acqua e il Nevada dell’8%. Il vicesegretario agli Interni, Tommy Beaudreau, ha spiegato che c’è ancora tempo per trovare un accordo e che i tagli non saranno imposti prima che sia trovata un’intesa con gli stati coinvolti. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati