Esteri

Ue a Cina, liberare subito la giornalista Zhang Zhan

BRUXELLES, 29 DIC – “Le restrizioni alla libertà di espressione e all’accesso alle informazioni, le intimidazioni e la sorveglianza dei giornalisti, così come le detenzioni, i processi e le condanne di difensori dei diritti umani, avvocati e intellettuali in Cina, stanno crescendo e continuano a essere fonte di grande preoccupazione”: lo afferma un portavoce dell’alto rappresentante della politica estera della Ue, chiedendo il “rilascio immediato” di Zhang Zhan, la giornalista che aveva raccontato la pandemia di Wuhan. La Ue chiede anche che vengano rilasciati l’avvocato dei diritti umani Yu Wensheng, e di altri difensori dei diritti condannati e imprigionati inclusi Li Yuhan, Huang Qi, Ge Jueping, Qin Yongmin, Gao Zhisheng, Ilham Tohti, Tashi Wangchuk, Wu Gan, Liu Feiyue. La richiesta della Ue arriva durante le battute finali del negoziato sull’accordo sugli investimenti con Pechino, che verrà annunciato nei prossimi giorni. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati