Esteri

Turchia chiede no-fly zone a Idlib

ISTANBUL, 28 FEB – “La comunità internazionale deve agire per proteggere i civili e imporre una no-fly zone” sulla regione di Idlib nel nord-ovest della Siria. Lo scrive su Twitter il capo della comunicazione della presidenza turca, Fahrettin Altun, dopo l’uccisione ieri sera di almeno 33 soldati di Ankara in un raid attribuito all’aviazione di Damasco. “Una ripetizione dei genocidi del passato come in Ruanda e Bosnia non può essere permessa a Idlib”, ha aggiunto. “È necessario interrompere immediatamente l’escalation in corso a Idlib. Vi è il rischio di scivolare in un grande e aperto confronto militare internazionale”. Così su Twitter l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell che interviene sul conflitto in Siria. L’escalation “sta inoltre causando insopportabili sofferenze umanitarie e mettendo in pericolo i civili”, prosegue Borrell.
(ANSA)

Articoli correlati