EsteriPrimo Piano

Theresa May si dimette: “ci ho provato, lascio il 7 giugno”

La premier britannica commossa al termine del discorso: "è stato un privilegio servire il Paese che amo"

La premier britannica Theresa May si dimette. L’annuncio poco fa  Downing Street. “Ci ho provato, ma non ce l’ho fatta” ha detto May.  La premier lascerà il 7 giugno. Non è riuscita a raccogliere consensi sulla sua visione riguardo all’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea. “Sono certa oggi, come lo ero tre anni fa, che in una democrazia, se si dà alle persone la scelta, bisogna avere l’obbligo di fare ciò che le persone hanno deciso. Ho fatto il possibile per farlo. Ho negoziato i termini della nostra uscita dalla Ue e le relazioni con i nostri vicini per proteggere il lavoro, la sicurezza e la nostra unione. Ho fatto il possibile ma purtroppo non sono stata in grado di portarlo a termine. Ci ho provato tre volte. Penso sia stato giusto perseverare”, dichiara Theresa May. “Ora, per il bene del Paese, credo sia il momento che un altro ministro porti a termine questo processo.”
“Per  me è e sarà sempre un fallimento il non essere riuscita a portare a termine la Brexit”, confessa la premier. “Ora sarà il prossimo ministro a portare avanti quanto deciso dal referendum” e “dovrà cercare compromessi dove io non sono riuscita a farlo. ‘Compromesso’ non è una brutta parola”.
Theresa May, commossa, ha detto: “è stato un privilegio servire il Paese che amo” da seconda e “non certo l’ultima” premier donna della storia del Regno Unito.

Theresa May, 62 anni, si è insediata come primo ministro a luglio 2016, poco dopo che gli inglesi hanno votato a favore della Brexit nel referendum del 23 giugno 2016.

 

Tags

Articoli correlati