Esteri

Thailandia, assolto dalla Corte Suprema Denis Cavatassi

Detenuto dal 2011 e condannato a pena morte. Moavero: "presto sarà a casa"

Enzo Moavero, Ministro degli Affari Esteri, conferma l’assoluzione da parte della Corte Suprema thailandese del cittadino italiano Denis Cavatassi. L’uomo era detenuto in Thailandia dal 2011 e condannato alla pena di morte nel 2016.

“La buona notizia dell’importante sentenza della Corte Suprema della Thailandia consentirà a Denis Cavatassi, prosciolto questa mattina, di rientrare presto a casa in Italia e riabbracciare i suoi familiari”, sottolinea il ministro. La Farnesina ricorda che la complessa vicenda è stata seguita sin dal primo momento e costantemente dall’Ambasciata d’Italia a Bangkok che, in stretto raccordo con il Ministero degli Affari Esteri, ha assicurato l’assistenza al connazionale e l’interlocuzione con le autorità thailandesi.

Denis Cavatassi, un agronomo di Tortoreto (Teramo), era stato condannato a morte nei primi due gradi di giudizio con l’accusa di essere stato il mandante dell’omicidio di un amico e socio d’affari, Luciano Butti.

Tags

Articoli correlati