Esteri

Tav, all’Ue è stato consegnato il dossier sul prezzo dell’immobilismo

Per la Telt danni per oltre 75 milioni di euro al mese per il blocco dei lavori

“Ho consegnato alla Corte dei Conti Ue la lettera di Telt, la società italofrancese incaricata della realizzazione della Tav, in cui si quantificano in oltre 75 milioni di euro mensili i danni provocati dal blocco dei lavori e delle gare di appalto. Questo documento non era stato ancora trasmesso all’organismo di controllo comunitario che potrà quindi appurare ufficialmente come l’immobilismo del governo italiano stia creando spese a quelle già stanziate e programmate che ricadranno purtroppo molto probabilmente sui cittadini italiani”. È quanto dichiara Davide Gariglio, deputato Pd in Commissione Trasporti della Camera.

Tags

Articoli correlati