Esteri

Tajani, tamponi su arrivi da Cina nulla di offensivo

ROMA, 03 GEN – “Mi sembrano misure normalissime. Lo fanno tanti cinesi ma anche tanti italiani provenienti dalla Cina. E’ a tutela della salute fare un tampone, non ha nulla di offensivo. E’ un provvedimento normale” per “evitare che si diffonda” il Covid. Lo sottolinea il ministro degli Esteri Antonio Tajani sulle reazioni di Pechino alle nuove misure decise dall’Italia per gli arrivi dalla Cina, nella trasmissione ‘Oggi è un altro giorno’ su Rai1. “Non c’è nessun intendimento offensivo né limitativo della libertò – ha spiegato Tajani -. Noi italiani siamo stati all’avanguardia. Siamo stati il primo Paese e poi altri hanno seguito”. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati