Esteri

Sudan, firmato l’accordo tra civili e militari: crisi finita?

È un passo importante per il Paese, che da mesi è governato dai militari

In Sudan, la giunta militare e la coalizione di forze della società civile hanno siglato un accordo di condivisione del potere. Come riporta la Bbc, la firma è arrivata al termine di negoziati durati tutta la notte per porre fine alla crisi nel Paese.

Mohamed Hamdan Dagalo, il generale numero due della giunta militare, ha detto che questo è un «momento storico» per il Paese. Effettivamente l’accordo segna un passo chiave nella transizione del Paese verso il suo prossimo governo, a mesi di distanza dalle proteste di piazza che avevano spinto i militari a destituire lo scorso aprile l’autocrate Omar al-Bashir e a prendere il potere.
All’inizio del mese le parti avevano concordato di formare un “consiglio sovrano” che governerà il Paese per tre anni e tre mesi e che sarà composto da 5 militari e 5 civili. Il compromesso prevede una 11esima poltrona che andrà a un civile con un background militare.

Tags

Articoli correlati