Esteri

Strage in Brasile, il bilancio sale a 58 morti. Ancora 305 i dispersi nel fango

Allarme rientrato per la seconda diga

E’ stato aggiornato a 58 morti e 305 dispersi il bilancio delle vittime causate dalla rottura della diga Mina Córrego do Feijão, nella provincia di Belo Horizonte, Stato brasiliano di Minas Gerais. L’allarme lanciato per il rischio di crollo di un’altra diga è rientrato.

L’allarme era scattato ieri quando la compagnia Vale ha rivelato un pericoloso innalzamento delle acque. I soccorritori hanno iniziato a evacuare la popolazione a rischio, chidendo loro di raggiungete il punto più elevato della città. L’allarme è rientrato circa 10 ore dopo, quando il livello di rischio per la diga si è abbassato.

Le vittime della rottura delle diga sono 58, ma resta altissimo il numero dei dispersi. Lo ha reso noto l’Agencia Brasil. Il coordinatore della Protezione civile locale, Flávio Godinho ha aggiunto che i soccorritori hanno estratto dal fango vive altre 192 persone. Si cerca ora di recuperare un autobus sepolto dall’acqua e dal fango con a bordo un numero imprecisato di passeggeri.

Tags

Articoli correlati