Esteri

Sopravvissuta alla Shoah festeggia in Germania i suoi 100 anni

ROMA, 05 NOV – La sopravvissuta alla Shoah Margot Friedlaender ha compiuto 100 anni ricevendo auguri da parte di tutte le istituzioni della Repubblica federale, a partire dal presidente Frank-Walter Steinmeier, passando dal portavoce della cancelliera Steffen Seibert, fino al ministero degli Esteri. Nella sua esperienza di centenaria Friedlaender ha vissuto 4 vite, ha raccontato a Deutsche Welle. La prima l’ha vissuta a Berlino insieme alla sua famiglia, fino alla brusca interruzione imposta dal terrore del nazionalsocialismo, la seconda vita è trascorsa tra i nascondigli sotterranei della capitale tedesca e l’inferno del campo di concentramento di Theresinstadt fino alla liberazione nel 1945, la terza a New York negli Usa e infine la quarta è cominciata quando a 88 anni ha deciso di trasferirsi nella sua città natale, Berlino. Friedlander è stata e continua ad essere una voce di riferimento in Germania non solo per la testimonianza dell’orrore passato – “è una missione che io parli per coloro che non ce l’hanno fatta” ha detto – ma anche di impegno per un futuro senza discriminazioni. Friedlaender ha più volte ricordato che la Shoah ha riguardato non solo la distruzione degli ebrei d’Europa ma il tentativo di sopprimere gli omosessuali, i rom e i sinti, i diversamente abili e gli oppositori politici. Per questo ha continuato per anni a parlare nelle scuole. “Sento di aver fatto qualcosa, non solo per mia madre, non solo per sei milioni di ebrei, ma per i molti milioni di persone che sono state uccise perché non volevano fare quello che gli veniva detto di fare” ha detto la sopravvissuta alla Shoah. In occasione del suo centesimo compleanno a Berlino è stata inaugurata una mostra con i suoi ritratti. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati