Esteri

Siria. Attacco con gas tossico ad Aleppo, oltre 100 feriti

Non è chiara la responsabilità dell'attacco

Più di 100 persone sono rimaste ferite ad Aleppo, in Siria, per un attacco con gas tossico. La notizia è stata diffusa dall’agenzia siriana SANA, Syrian Arab News Agency, e dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, gruppo attivo nel Regno Unito e considerato vicino ai ribelli.

L’Osservatorio siriano per i diritti umani dichiara che quello di domenica è stato il primo attacco con gas tossici dalla stipulazione di un accordo tra Russia e Turchia, che ha istituito una zona demilitarizzata nella provincia di Idlib, sotto il controllo dei ribelli.

Non è chiara la responsabilità dell’attacco con gas in Siria.
Il regime di Bashar al Assad e i suoi alleati, come la Russia, incolpano i ribelli: l’agenzia di stato SANA riporta le accuse di un comandante locale che afferma che i responsabili sarebbero dei gruppi di terroristi, la Russia accusa dei militanti che avrebbero lanciato colpi di mortaio contenenti cloro.  Il capo dell’opposizione siriana ai colloqui di pace che erano stati organizzati nel 2017 dall’ONU, invece, afferma che l’attacco ha avuto origine da una zona controllata da milizie vicine al regime iraniano, alleato di quello siriano.

Tags

Articoli correlati