EsteriPolitica

Salvini: «la procedura di infrazione dell’Ue sarebbe un attacco politico»

«L'obiettivo di tutti è evitare l'infrazione, ma non ad ogni costo». Di Maio «ottime possibilità per scongiurare la procedura»

«Conte è lì a trattare su un binario indicato dal Parlamento, evidentemente evitare l’infrazione è obiettivo di tutti ma non a ogni costo». Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini al Festival del Lavoro a Milano. Salvini ha ribadito che l’infrazione sarebbe «un atto politico e non economico».

«Mi rifiuto di pensare – ha proseguito – che uno dei Paesi che paga di più nell’Ue venga sanzionato come l’ultimo della classe per aver rispettato regole europee che ci stanno portando, disoccupazione, precarietà e debito. Non la prendo nemmeno in considerazione questa ipotesi. Se arrivasse sarebbe evidentemente un attacco politico basato su antipatia politica e non sui numeri», ha aggiunto Salvini.

Secondo Luigi Di Maio ci sono «ottime possibilità per scongiurare la procedura d’infrazione europea». Il vicepremier sottolinea la necessità di «essere uniti e combattere. Nei conti pubblici l’Italia sta incassando più del previsto».

Conte ha affermato: «Non possiamo mettere in campo qui pubblicamente le misure che abbiamo in mente, a me interessa che ci sia un approccio costruttivo da parte di tutti. L’interesse dell’Italia è l’interesse dell’Europa».

Tags

Articoli correlati