Esteri

Russia:Moet riprenderà consegne champagne ‘appena possibile’

PARIGI, 04 LUG – Il gruppo Moët Hennessy (gruppo Lvmh) ha dichiarato che riprenderà le consegne di champagne in Russia “il prima possibile”, dopo la sospensione decisa in risposta ad una modifica della legge nazionale che rende obbligatoria l’aggiunta della dicitura “spumante” sul retro delle bottiglie. “Le Maison di Champagne di Moët Hennessy hanno sempre rispettato la legislazione in vigore ovunque operino e riprenderanno le consegne il prima possibile apportando questi adeguamenti”, ha indicato, in un comunicato, Moët Hennessy, che riunisce un insieme di marchi di champagne, liquori e vini all’interno del colosso del lusso LVMH. Una nuova legge russa firmata venerdì dal presidente Vladimir Putin obbliga i distributori di marche di champagne a scrivere sulla controetichetta, posta sul retro della bottiglia, la dicitura “spumante”. Leader sul mercato russo, Moët Hennessy ha dichiarato di aver avvertito “i suoi partner commerciali degli sviluppi legislativi in ;;Russia, con l’effetto di una sospensione temporanea delle consegne necessaria all’adeguamento logistico e normativo”. Le bottiglie di champagne distribuite senza il cambio di nome – ai sensi della legge – potrebbero essere considerate contraffatte. Il termine “champagne” è gelosamente difeso dalla Francia, che ricorda che il vino deve provenire da un determinato perimetro dell’omonima regione per averne diritto. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati