Esteri

Ruanda: lo ‘Schindler africano’ condannato per terrorismo

KIGALI, 20 SET – Paul Rusesabagina, lo ‘Schindler africano’ il cui salvataggio di oltre mille Tutsi nel genocidio del 1994 è raccontato dal film ‘Hotel Ruanda’, è stato riconosciuto oggi colpevole “di finanziamento del terrorismo”. Rusesabagina, 67 anni, è stato condannato per aver sostenuto l’Fln, ala armata del Movimento ruandese per il cambiamento democratico (Mrcd) – coalizione di partiti di opposizione – responsabile di attacchi dall’esito mortale sferrati nel Paese nel 2018 e 2019 (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati