Esteri

Respinto il ricorso di Piaggio contro la “Vespa cinese”

Lo scooter cinese Znen Ves ha «forme più spigolose»

Nulla da fare per la Piaggio che aveva presentato ricorso alla Corte di Giustizia europea accusando di plagio il gruppo cinese Zhejiang Zhonzheng Industry. La Znen Ves, così si chiama lo scooter cinese, non è la copia della Vespa della casa di Pontedera.

«Lo scooter della Zhejiang e la Vespa Lx suscitano impressioni generali diverse» e che «il primo possiede caratteristiche individuali rispetto al secondo». Il veicolo cinese «è dominato da linee sostanzialmente spigolose», quello italiano, disegnato da Corradino D’Ascanio, «privilegia linee arrotondate».

La Corte di giustizia dell’Ue ha dato ragione all’Euipo, l’Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale. La Piaggio aveva chiesto all’Euipo, nel 2014, di dichiarare nullo il modello, poiché non avrebbe soddisfatto i requisiti di novità e carattere individuale rispetto alla Vespa Lx, alla quale assomiglia. L’Euipo aveva respinto la domanda della Piaggio e fatto ricorso al Tribunale Ue che ora, a distanza di 5 anni, ha confermato la legittimità della decisione dell’Euipo.

Tags

Articoli correlati