Esteri

Proteste ad Hong Kong, Carrie Lam non esclude l’intervento della Cina

«Dovremmo trovare soluzione da soli, ma nessuna opzione esclusa»

«Sento fortemente che dovremmo da soli trovare le soluzioni ed è questa anche la posizione del governo centrale, ma se la situazione dovesse diventare pessima, allora nessuna opzione può essere esclusa se vogliamo che Hong Kong abbia almeno un’altra chance»: così la governatrice Carrie Lam, in conferenza stampa, ha risposto alla domanda su quale fosse il livello di disordine per poter chiedere aiuto a Pechino al fine di riportare la calma nella città scossa da quasi quattro di proteste a favore di riforme democratiche.

Tags

Articoli correlati