Esteri

Post cinese si fa beffe della crisi in India, proteste

ROMA, 03 MAG – Un’immagine pubblicata sul popolare servizio di microblogging cinese, Weibo, da un account legato al Partito Comunista della Repubblica Popolare, sembra farsi beffe della crisi in cui è precipitata l’India a causa del repentino aggravarsi della pandemia da Covid-19, e ha subito scatenato le polemiche. Il post è stato cancellato, ma sono stati ripubblicati gli screenshot che mostrano due foto messe a confronto, quella del lancio di un missile in Cina e quella della cremazione di vittime del Covid in India, una accanto all’altra, accompagnate dal commento: “Accendere un fuoco in Cina e accendere un fuoco in India”. Il tentativo di una battuta infelice forse, ma risultato di cattivo gusto per molti degli utenti che hanno replicato, giudicando l’intervento “inappropriato” e sostenendo che la Cina dovrebbe invece mostrare solidarietà verso l’India, come Hu Xijin, direttore del ‘Global Times’, riferisce la Bbc. Il post è comparso su Weibo all’indomani del messaggio di condoglianze inviato dal presidente cinese Xi Jinping al primo ministro indiano Narendra Modi per l’aggravarsi in India dell’emergenza dovuta alla pandemia, sottolineando la volontà di Pechino di rafforzare la cooperazione con l’India e fornire l’aiuto necessario. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati