Esteri

Polonia, sanzioni Ue su giustizia atti di aggressione

BRUXELLES, 07 SET – Il governo polacco ha replicato a muso duro alla Commissione europea che ha chiesto sanzioni pecuniarie per non aver rispettato le misure ad interim per la salvaguardia dell’indipendenza dei giudici. “La Commissione europea blocca illegalmente i fondi in Polonia e chiede sanzioni. Questi sono atti di aggressione. Dopo l’approvazione del bilancio Ue, gli organi Ue hanno lanciato un attacco illegittimo”. Lo scrive su Twitter il vice ministro della Giustizia Sebastian Kaleta. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati