PoliticaPrimo Piano

Siria, Trump: «l’Europa deve prendersi i prigionieri dell’Isis»

Segretario generale dell'Onu: «è la più grande catastrofe umanitaria dopo la fine della Seconda guerra mondiale»

Secondo Donald Trump l’Europa deve prendersi i prigionieri dell’Isis. Lo ha scritto su twitter: «Gli Usa hanno i peggiori prigionieri dell’ISIS. La Turchia e i curdi non dovrebbero lasciarli fuggire. L’Europa avrebbe già dovuto riprenderli dopo numerose richieste. Dovrebbero farlo ora. Non arriveranno e non saranno mai ammessi negli Stati Uniti».

Sono oltre 800 i familiari di combattenti Isis fuggiti dai campi profughi che hanno fatto perdere le loro tracce. Secondo il segretario generale dell’Onu, António Guterres questa è «la più grande catastrofe umanitaria dopo la fine della Seconda guerra mondiale». Gutierres ha parlato di «inferno sulla terra». «Su 23 milioni di abitanti, 5,9 sono sfollati interni e 5,6 riparati nei Paesi vicini. Mezzo milione hanno perso la vita sotto le bombe».

Nel frattempo Emmanuel Macron chiede che la Turchia fermi le operazioni militari. «La Francia accentuerà i suoi sforzi diplomatici, in stretto coordinamento con i partner della coalizione anti-Isis, nel quadro dell’Unione europea della Nato e del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, per ottenere l’immediata cessazione dell’offensiva turca in corso». L’offensiva di Ankara può scatenare «conseguenze umanitarie drammatiche, un rilancio dell’Isis nella regione, una destabilizzazione durevole del nord-est siriano».

Tags

Articoli correlati