PoliticaPrimo Piano

Russia, Kim: “pace e sicurezza dipendono dagli Usa”

Il monito del leader nordcoreano a Donald Trump durante il primo incontro con Putin

La pace e la sicurezza della penisola coreana dipenderanno “interamente dall’attitudine che mostreranno gli Stati Uniti in futuro”: lo afferma il leader nordcoreano Kim Jong-un in un dispaccio della Kcna, all’indomani del summit di Vladivostok col presidente russo Vladimir Putin. Kim sarebbe disposto ad abbandonate il nucleare con delle garanzie, quindi, ma dipenderà da Trump. Kim ha attaccato l’approccio “unilaterale” Usa alla base del fallimento del summit col presidente americano Donald Trump di Hanoi e dell’attuale stallo negoziale sulla denuclearizzazione. Putin si dice d’accordo e cerca di assumere un ruolo da mediatore tra le due potenze. Mosca ha rilanciato il formato a sei dei negoziati tra Russia, Stati Uniti, Cina, le due Coree e il Giappone. Il leader nordcoreano ha infine invitato Putin a Pyongyang “al momento più opportuno”.

All’inizio del vertice Putin ha affermato che la Russia sostiene e apprezza gli sforzi del leader nordcoreano Kim Jong-un per cercare di migliorare i rapporti con gli Stati Uniti. Secondo Putin, la visita di Kim servirà a Mosca e Pyongyang per capire come trovare una soluzione alla questione nucleare nordcoreana e per sviluppare i rapporti bilaterali.

 

Tags

Articoli correlati