Politica

Pressing dell’Ue sulla Tav: Italia e Francia chiariscano entro fine luglio

Per non perdere fondi e dover restituire queli già avuti

L’Ue fa pressing sul progetto della Tav: Italia e Francia devono chiarire entro fine luglio se e come intendono portare avanti il progetto. In caso contrario rischiano di perdere i fondi destinati alla Tav (in tutto circa 813 milioni di euro) e di dover restituire i 120 milioni già ricevuti. Questa l’indicazione raccolta dall’Ansa a Bruxelles dopo il colloquio telefonico che nei giorni scorsi si è svolto tra la commissaria Ue responsabile per i Trasporti, Violeta Bulc, e il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli.

Tags

Articoli correlati