Politica

La Nuova Zelanda approva la stretta sulle armi

La nuova legge arriva a meno di un mese dal massacro commesso in due moschee da un cittadino australiano

Il Parlamento della Nuova Zelanda ha approvato quasi all’unanimità (119 voti contro 1) una nuova legge sulle armi da fuoco che rende illegali le armi automatiche e semiautomatiche di carattere militare, meno di un mese dopo il massacro commesso da un australiano di 28 anni in due moschee della città neozelandese di Christchurch, in cui 50 persone sono state uccise e decine di altre ferite.

Queste armi sono state progettate per uccidere, per mutilare, e questo è ciò che hanno fatto il 15 marzo” a Christchurch, ha detto la premier Jacinda Ardern in un discorso dai toni fortemente emotivi nel corso della seduta per il voto. Oggi “In definitiva siamo qui perché 50 persone sono morte, e ora non hanno voce”, ha detto ancora la premier, aggiungendo che “in questo Parlamento noi siamo la loro voce e oggi abbiamo usato questa voce in modo saggio”. Prima che già venerdì diventi esecutiva, la legge deve ora essere solamente approvata formalmente dal governatore generale della Nuova Zelanda.

Tags

Articoli correlati