Politica

Huawei, Cina: “caso Meng ha motivazioni politiche”

Wang assicura il sostegno alla compagnia di telecomunicazioni e la difesa diritti di società e individui cinesi

Il caso di Meng Wanzhou, a capo della finanza di Huawei e a rischio estradizione negli Usa per le accuse di violazione delle sanzioni all’Iran, “non è puramente giudiziario, ma ha motivazioni politiche”. Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha assicurato il sostegno di Pechino alle azioni legali promosse dal colosso delle tlc contro gli Usa, assicurando che la protezione di diritti e interessi legittimi di società e individui cinesi. “Speriamo che tutti i pregiudizi vengano superati, ma non saremo agnelli silenziosi”. (ANSA)

Tags

Articoli correlati