PoliticaPrimo Piano

Conte, al vertice Ue le istanze italiane sul tema migranti: le parole del premier

Tanti i temi trattati da Conte: si è parlato anche del debito pubblico e della necessità di un «nuovo sviluppo industriale»

Conte ha partecipato al vertice Ue portando a Bruxelles le istanze italiane anche per quanto riguarda la gestione dei migranti che raggiungono l’Europa. Dopo il vertice il premier ha sottolineato che il meccanismo dei rimpatri deve essere gestito a livello europeo, e che «chi non parteciperà» alla ripartizione dei migranti «ne risentirà in misura consistente sul piano finanziario».

«In Italia non possiamo dirci soddisfatti del sistema dei rimpatri, che dovranno essere gestiti a livello europeo, integrando gli accordi che devono essere a livello europeo non possono essere affidati agli Stati come l’Italia», ha spiegato Conte.

Conte e Ursula Von Der Leyen, Ue
Foto ANSA

Molti i temi trattati dal premier Conte a Bruxelles: sul fronte dell’economia il Presidente del Consiglio ha evidenziato la necessità di un patto su un «nuovo sviluppo industriale» e ha affrontato la questione della riduzione del debito.

«Dobbiamo ri-orientare il sistema industriale verso la green economy – ha spiegato Conte -, dobbiamo fare investimenti che ci consentano di orientare lo sviluppo verso una maggiore occupazione e vogliamo in modo trasparente fare un patto con Ue su questo che è il nostro programma».
«Il nostro obiettivo è la riduzione del debito, non stiamo dicendo che non vogliamo i conti in ordine ma lo vogliamo fare attraverso una crescita ragionata e investimenti produttivi», ha aggiunto il premier: «Consentiteci di realizzare questi investimenti e per un po’ di tempo lasciateci realizzare questo progetto».

Redatto da Valeria Capettini

Tags

Articoli correlati