Esteri

Nicaragua: elezioni,per Russia sono ok ma Costa Rica dice no

MANAGUA, 08 NOV – Il team di ‘accompagnatori’ inviati dalla Russia per seguire la giornata elettorale appena conclusasi in Nicaragua ha dichiarato a Managua che nel complesso “il processo di voto (per scegliere il presidente e i 92 membri del Congrsso, ndr.) “si è concluso con successo”. In una conferenza stampa, riporta il portale di notizie filogovernativo La 19 Digital, Dmitry Novikov, rappresentante della Duma di Stato della Federazione russa, ha affermato di aver potuto osservare come le autorità elettorali e le persone che hanno partecipato attivamente al voto hanno fatto tutto il necessario affinché le elezioni si svolgessero in un ambiente appropriato, trasparente e libero”. Da parte sua, tuttavia, il presidente del Costa Rica, Carlos Alvarado, ha annunciato via Twitter di non voler riconoscere le elezioni svoltesi ieri in Nicaragua. “A causa della mancanza di condizioni e garanzie democratiche – ha dichiarato – non riconosciamo le elezioni nicaraguensi. Chiediamo al governo di liberare e ripristinare i diritti dei prigionieri politici, nonché alla comunità internazionale di promuovere il dialogo per recuperare la democrazia in Nicaragua. A partire dalle 18 locali di ieri (l’1 italiana di oggi) i seggi hanno cominciato a chiudere i battenti su tutto il territorio nicaraguense, con risultati che dovrebbero conoscersi progressivamente a partire dalle prossime ore. L’attesa non ha particolare significato, sostengono osservatori a Managua, perché la riconferma del presidente Daniel Ortega, accompagnato dalla vicepresidente e consorte Rosario Murillo, è data da tutti per scontata. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati